venerdì , 15 novembre 2019

Uccio Piro

Nasce a Gallipoli nel 1932
Dal 1946 al 1964 lavora e si attiva nei cineteatri di Gallipoli come Operatore Cinematografico e come tecnico delle luci.
Dal 1954 al 1955 lavora a Milano come elettricista installatore. Dal 1956 al 1957 in Francia dove lavora come carpentiere edile.
Dal 1959, conseguito il Diploma di Infermiere Generico e poi quello di Tecnico di Radiologia Medica opera  in pianta stabile di ruolo nell’Ospedale Civile ” Sacro Cuore di Gallipoli” e dal 1975 come Capo Tecnico sino al 1997 quando viene collocato in pensione d’ufficio per aver superato i limiti di età ed il massimo dei contributi.
Nel 1962 comincia ad interessarsi di sindacato e dopo qualche anno è già ai vertici nazionali quale membro del Comitato Centrale con una parentesi triennale di Coordinatore Nazionale dei Tecnici Italiani di Radiologia Medica.
Nel 1970, ormai padre di 5 figli, riaffiora in lui la vecchia passione per la poesia e per il teatro con il quale aveva avuto modo di acquisire familiarità ed esperienza avendolo vissuto dietro le quinte a contatto con grandi attori, registi e tecnici( Nazari, Buazzelli, Rossella Como, Riccardo Garrone, Fanfulla, Carlo delle Piane, Domenico Modugno, il regista Dino Verde, ecc.). Nascono così poesie e opere teatrali in lingua italiana, ma soprattuttu in dialetto gallipolino, del quale ne coglie storia, tradizioni, leggende, usi, costumi e folklore con un plateale riscontro e consenso di pubblico e di critica che gli valgono premi e riconoscimenti che a volte superano gli stretti limiti di un territorio legato al dialetto.
Nel 1976, liberalizzate le frequenze radiotelevisive, è tra i primi a condurre e creare programmi di spettacolo, cultura popolare, cronache e interviste sia radiofoniche che televisive nelle Radio e TV locali.
PUBBLICAZIONI:
LABBIGGIATA ( commedia di 2 atti drammatici in dialetto gallipolino) Ed. Circolo Culturale Gallipolino, Tip. Stefanelli-Gallipoli, 1975. Opera catalogata e classificata tra le opere di letteratura drammatica del 1900 nel Polo Biblioteca Nazionale Generale di Firenze.
UNDE TE MARE ( silloge di poesie in dialetto gallipolino) a cura di Associazione Gallipoli Nostra e Azienda Agrivinicola Niccolò Coppola-Gallipoli, Editrice Salentina-Galatina (Lecce), 2008. Commento critico del Prof. Luigi Scorrano.
RICONOSCIMENTI E PREMI:
  • 1976 – 1^ Rassegna del Teatro dialettale Salentino; 2° Premio “Amici del Salento” all’opera    “Caddipulini allu ‘Nfiernu” (commedia in due atti in dialetto gallipolino) Lecce – Teatro Politeama Greco, 21 dicembre 1976.
  • 1977 –  2^  Rassegna del Teatro Dialettale Salentino; 1° Premio per l’opera  “La fija de la Mamma Sarena” (fantafavola drammatica in due atti in dialetto gallipolino) – Commento: La giuria dopo approfondite discussioni e dopo aver provveduto al giudizio comparativo sui lavori, ha desico di assegnare il 1° Premio alla commedia “La fija de la Mamma Sarena” di Uccio Piro ( fantafavola in due atti) per la originalità dell’argomento che rivela anche pregnanza letteraria e sapiente sviluppo scenico non alieno da intrinseci valori artistici nei quali rivive una classica struttura associata a sentimenti popolari – Lecce – Politeama Greco, 15 dicembre 1977.
  • 1983 – 7^ Rassegna Teatrale Salentina; 1° Premio ” Amici del Salento” per l’opera in lingia italiana “Sciardi”    ( due atti drammatici) – Lecce- Teatro Politeama Greco, 5 febbraio 1983.
  • 1990 – Rassegna del Teatro Salentino – Associazione ” Salento Vecchio e Nuovo” – Rassegna Zero – 1° Premio per l’opera “Bundari” (commedia storica in due atti in dialetto gallipolino)- Commento: assegnato il 1° Premio per il risalto che ha saputo dare alla ricerca storica in funzione del teatro” – Lecce -Teatro Politeama Greco, 10 maggio 1990.
      Altri riconoscimenti:
  • 1978 – Associazione culturale Azzurra Gallipoli – Antenna d’oro 1978 – Teatro Italia Gallipoli, 15/06/1978.
  • 1979 – ” Neviano canora 1979″ – Targa di riconoscimento per l’attività poetica e teatrale.
  • 1987 – ” La Comunità del Canneto” – Targa di merito per l’opera “Labbiggiata”  – Teatro Italia 17/03/1987.
  • 2006 – Centro Studi “Raffaele Protopapa” – Lecce – Targa assegnata  “Le parole della memoria” per la trentennale attività teatrale.

Vedi anche

Giorgio Tricarico

Nasce a Gallipoli (Lecce) il 1°marzo 1950, dove tuttora risiede, pensionato da circa un anno, …

Emanuele Barba

Emanuele Barba  nacque a  Gallipoli l’11  agosto dell’anno  1819. Dedicò tutta la sua operosa esistenza …