Home / Multimedia / Video / Soglia Messapica -Rai Teche 1954

Soglia Messapica -Rai Teche 1954

Soglia messapica, così gli antichi chiamarono il Salento. “Lembo estremo della nostra terra, proiettato fra l’Adriatico e lo Ionio, il Salento conserva nella vita di ogni giorno, nelle tradizioni popolari e nell’arte un’impronta tutta sua”.

Roberto Costa percorre l’estrema regione meridionale orientale italiana attraverso canti, poesie e testimonianze di storici dei luoghi.

Così il professor Francesco Babudri descrive l’anima del Salento, cuore dell’antica Magna Grecia, dove li abitanti mantengono, spesso inconsapevolmente, i caratteri di quel “germe ellenico” che si estrinseca in molte manifestazioni della vita, a cominciare dal dialetto, infiorato di grecismi.

Il barocco di Lecce viene illustrato dal medico e studioso Nicola Vacca come forma d’arte che qui si esprime con accento proprio, inconfondibile, come una spontanea fioritura aggraziata, elegante e sincera delle linee classiche degli edifici.

Di Gallipoli il professor Ettore Vernole ricorda come fosse originariamente città osca, fondata secoli prima di Roma, poi occupata dai Greci che la chiamarono “kalè polis”, da cui il nome Gallipoli.

La conservazione nel Salento di riti antichissimi trova conferma nella presenza a Martano delle ultime prefiche, qui dette “répute”.

Vittorio De Vito, guida a Otranto, rievoca il massacro dei martiri cristiani a opera dei turchi qui avvenuto nel 1480.

Il fenomeno del tarantismo o tarantolismo, malessere che secondo leggenda viene provocato quasi sempremin donne dal morso della tarantola, viene approfondito dal professor Italo Paterno, che descrive le manifestazioni delle donne che chiedono di essere liberate dal male che le affligge e che vengono curate attraverso un rituale basato sulla danza.

Il professor Giuseppe Palumbo parla della città di Roca, che ebbe grande importanza nella guerra turco­otrantina ma della quale ora rimangono solo rovine. Con l’evocazione di una rappresentazione sacra, alla quale partecipano fanciulle dette “chiatere” o “verginelle”, il viaggio di Costa si conclude a Santa Maria di Leuca su uno sfondo sonoro sempre ricco di vivide suggestioni.

(http://www.teche.rai.it/1954/05/soglia-messapica/)

Vedi anche

world-greatest-attraction

Viaggio in Italia – Esplorando le coste di Gallipoli

gallipolinweb

Gallipoli from Titnekss Italy Puglia Land of the sun di Katalin Eszterhai

Video di promozione turistica in lingua inglese, per il documentario Titnekss Italy Puglia Land of …