lunedì , 22 ottobre 2018
Home / Cosa visitare / Chiese e Basiliche / San Luigi Gonzaga
logo_sanluigi

San Luigi Gonzaga

sanluigi_esterno_1Nell’anno 1742, il Vescovo Mons. Antonio Maria Piscatori invitava a Gallipoli i Padri della Compagnia di Gesù per la predicazione della Missione.

Tra questi vi era Padre Onofrio Paradiso, il quale fondò il Conservatorio di San Luigi Gonzaga, al fine di ospitare le giovani povere ed in seguito, nel 1755, venne edificata l’annessa Chiesa di San Luigi.

Il complesso architettonico, nel corso dei secoli XIX e XX, ha subito varie trasformazioni, che ne hanno notevolmente modificato l’aspetto originario. Anticamente era provvista di tre altari e di un organo a canne.
Attualmente, la Chiesa presenta la fiancata destra, prospiciente via San Luigi, aperta dall’unico portale d’ingresso, con trabeazione modanata poggiante su mensole a volute e da un accenno di timpano spezzato ad ali curve, L’interno, ad unica navata, è coperto da volta a crociera unghiata. Un arcone, a pieno centro, immette al presbiterio, coperto da volta a spigolo.
Agii inizi del XX secolo, il Vescovo Mons. Gaetano Muller si adoperò affinchè tale istituzione migliorasse spiritualmente e socialmente.
Per questo fece venire a Gallipoli le Figlie della Carità le quali, nello spirito del carisma vincenziano, hanno sempre sostenuto i bisogni e alleggerito le miserie della povertà a quei tempi dilagante.
Nello stesso periodo, un gruppo di laici cooperava con le Figlie della Carità nell’organizzazione della festa di S, Luigi, prendendo il nome di Deputazione di S. Luigi Gonzaga.
Il 10 giugno 1949, un’apposita convenzione stipulata tra il Presidente della Deputazione, la Superiora delle Figlie della Carità e l’Autorità Ecclesiastica, stabiliva che la stessa Deputazione avrebbe provveduto alle spese di culto per !a festa in onore del Santo, la cui statua lignea settecentesca è venerata con devozione dai fedeli.
Nel corso dell’anno liturgico, oltre alla solennità del Santo titolare, viene commemorata l’Apparizione della Vergine Ss.ma Immacolata della Medaglia Miracolosa e la Santa Martire Cecilia.
Agli inizi degli anni sessanta del secolo scorso, il giorno della festa di S. Luigi, un corto circuito nell’impianto elettrico provocava un incendio danneggiando notevolmente la Chiesa, ìa quale veniva sottoposta a restauro, con il conseguente abbattimento dell’altare maggiore in marmo, sostituito dalla mensa sacrificale prevista dalle norme liturgiche emanate dal Concilio Vaticano II.
Nella meta degli anni sessanta del secolo scorso, su disposizione della Casa Generalizia, le Figlie della Carità hanno abbandonato Gallipoli lasciando un grato ricordo nella memoria di tutti, per il bene sempre profuso.

  • La chiesa 
  • Interno 
  • Esterno
  • Eventi 
  • Galleria
  • Contatti 

La chiesa: Storia, Origini e Restauri

La

Interno: Pianta, Altari, Tele e Sagrestia

 

Altari

sanluigi_altare

Esterno: Facciata, Campane


Eventi: Feste Religiose, Feste Patronali, Funzioni ecc…

 

Galleria – Esterno

Galleria – Interno

Galleria – Altari

Galleria – Campane

Galleria – Organo

Galleria – Sagrestia

Galleria – Terrazzo

Orari e Contatti

Orario Invernale Sante Messe

Feriale:  – Festivo:

via – Gallipoli (LE)

0833.

Vedi anche

logo_rosario

San Domenico al Rosario

I Frati Domenicani, che tenevano un convento e una grande chiesa lungo le mura di …

logo_anime

SS Trinita e delle Anime

Per favorire la devozione delle Anime del Purgatorio il Vescovo Montoglia istitui, nel 1660, la …