martedì , 31 marzo 2020
Home / Cosa visitare / Museo Diocesano
logo_museodiocesano

Museo Diocesano

03Istituito il 6 febbraio 1983 dal vescovo Aldo Garzia, è allestito nell’elegante palazzo settecentesco dell’ex Seminario vescovile di Gallipoli. A compiere l’idea, espressa nel 1624 da Mons. De Rueda, della costruzione di un Seminario diocesano fu il vescovo Serafino Brancone grazie alla devoluzione a tale scopo delle disposizioni testamentarie dettate dal sacerdote Biagio Sansonetti per la fondazione di un Istituto per le Scuole Pie in Gallipoli. Il 16 marzo 1752 si pose la prima pietra di costruzione ad opera di mastro Adriano Preite da Copertino cui si attribuiscono anche i disegni di progetto. L’opera risulta compiuta nel 1756 ed ufficialmente inaugurata nel 1760 da Mons. Ignazio Savastano che ne aveva affidato la direzione al fratello, il padre gesuita Francesco Saverio. Il fronte del seminario realizzato in carparo esibisce modanature e fregi della elegante finestratura barocca replicati negli stessi anni nel primo ordine del palazzo Doxi. All’interno conserva la semplice ed austera cappella dedicata alla Vergine Immacolata. Nel seminario ebbe sede per qualche tempo fino al 1898 il museo comunale di Gallipoli.Integralmente restaurato tra il 1999 e il 2004. Si sviluppa su tre piani, con quindici sale di esposizione per complessivi 900 mq circa. Raccoglie 553 manufatti, comprendenti sculture, dipinti, argenteria e oreficeria liturgica, paramenti sacri e materiale archeologico, provenienti in massima parte dal tesoro della Cattedrale, ed anche dal palazzo vescovile e da diverse chiese della città. Tra le altre opere di straordinaria bellezza si possono ammirare preziosi calici, statue in cartapesta, paramenti sacri e oggetti in argento appartenenti ai secoli XVII e XVIII.