giovedì , 13 dicembre 2018
Home / Scopri Gallipoli / Festività / La “Candalora”
la candalora_ foto leo barletta

La “Candalora”

la candalora_ foto leo barlettaIl due Febbraio la Chiesa Cattolica ricorda la memoria della festività liturgica della presentazione di Gesù al tempio, celebrata dalla Liturgia esattamente quaranta giorni dopo il Santo Natale.
Questa festività  ricorda l’usanza ebraica di presentare, ai sacerdoti del tempio di Gerusalemme, quaranta giorni dopo la nascita, i figli maschi, mentre la madre, ritenuta impura a causa del parto, sempre in quell’occasione, tornava ad essere una donna purificata. Quindi anche la Santa Famiglia, rispettosa delle leggi e consuetudini ebraiche, si presentò al Tempio, ma in quell’occasione avvenne qualcosa di veramente straordinario: un vecchio anziano del tempio, di nome Simeone, uomo saggio e profondo conoscitore della Sacre Scritture, alla vista del neonato, riconobbe in lui il Messia, tanto atteso dal popolo d’Israele, lo definì “Luce Divina giunta per illuminare le genti” e prostratosi lo adorò. Questa memoria liturgica viene chiamata anche, nell’ambito della religiosità popolare, la festa della “candelora”, per via dell’usanza di benedire le candele durante la celebrazione eucaristica.
Le candele,infatti,simboleggiano la luce e richiamano proprio le parole di Simeone, che proclamò il piccolo Gesù il Messia, l’inviato dal Padre proprio per essere “luce che illumina le genti”, destinato a sconfiggere definitivamente le tenebre del peccato e della morte. Infine è doveroso ricordare che, sempre durante questa solennità, le famiglie gallipoline, almeno fino a qualche tempo fa,avevano la consuetudine, nell’intimo delle proprie case, di “Llavare lu Bambinieddru te lu Bbrasepiu“, rispettando così antiche tradizioni e precisi riferimenti liturgici.
Purtroppo oggi, quest’usanza,pian piano sta scomparendo, il consumismo prevale sui riti sacri,tanto è vero che finita la baldoria commerciale natalizia,immediatamente lucette, alberi di Natale e statuine dei presepi vengono riposte nei scaffali, in barba alla sacralità delle ricorrenze religiose tramandate dai nostri avi.
a cura di Cosimo Spinola
foto Leo Barletta

Vedi anche

logo_santalucia

Santa Lucia

Sin dall’antichità si è diffusa in tutte le regioni una fervida devozione verso la giovane …

logo_immacolata

Immacolata

Il Pontefice Pio IX l’8 dicembre 1854 con la Bolla Pontificia “Ineffabilis Deus” proclamava il …