Terracate (Giorgio Tricarico)

Lu ‘ndore forte de la salamastra,

vecchi pariti ‘nsarduti de lu mare,

uci spardute, rumuri de vagnuni.

A ddai ‘nu giurnu jeu àggiu tturnare.

Ma chianu chianu ‘a vita te bbanduna,

‘rriva lu ‘mbiernu, tuttu ete siccatu,

ddu scoju, ddu mare staci visciu

cmu ‘ntra ‘nu snnu ricamatu.

Nui simu comu cocce ‘ntra lu mare

E comu rena ca ffunda ‘ntra lu fangu,

nu ttimu ‘a morte ca me pjia ‘mprima.

Luntanu de ddai: quistu sta’ chiangu.

‘Nturnisciata de fiuri e gersumini,

perne piràscene, tuttu ‘ncantu e risu,

china de steddhe e luci brillantate

‘u postu cchiù beddhu de lu Paratisu.

Cara vecchia curte Sant’Antoni,

jeu te racordu beddha puru la sera,

a n’angulu hai scusu ‘u core meu

e cmu passu te ‘mbuti a primavera.

Ma quante primavere su’ passate,

ogne ttantu ritornu, t’àggiu bbitire,

scurnusu, de notte e ccu lla luna

e chiangu, chiangu làcrame de sire.

L’arte della miniatura nei presepi

Dal 15 luglio e fino al prossimo 16 settembre, il Bellavista Club Caroli Hotels ospiterà la III edizione della mostra “L’Arte della miniatura nei presepi” di Luigi Mba Pi Tricarico.

La suggestiva esposizione, promossa da Caroli Hotels, sarà aperta al pubblico ogni sera dalle 19 alle 24.

All’interno si potrà visitare il plastico del centro storico di Gallipoli realizzata dal maestro in scala 1:200.


[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Informazioni

[wp-svg-icons icon=”home” wrap=”i”] L’arte della miniatura nei presepi

[wp-svg-icons icon=”location-2″ wrap=”i”]  Bellavista Club – Gallipoli (Le)

[wp-svg-icons icon=”calendar” wrap=”i”] dal 15/07 al 16/09 dalle 19:00 /24:00

[wp-svg-icons icon=”phone” wrap=”i”] –

[wp-svg-icons icon=”earth” wrap=”i”] 

[wp-svg-icons icon=”envelop” wrap=”i”] –

[/box]

Mostra d’Arte di Tarsie

Gli intarsi artistici del maestro Antonio Gerbino dall’8 Agosto al 19 Agosto dalle ore 19 alle 23 saranno esposti presso l’Istituto Professionale Statale Industria E Artigianato di Gallipoli in Corso Capo di Leuca, 34.

L’esposizione è visitabile ogni giorno.

L’intarsio o tarsia lignea è un tipo di decorazione che si realizza accostando minuti pezzi di legni o altri materiali di colori diversi. .

L’arte raffinata di dipingere con il legno che caratterizza le opere del maestro Gerbino, rappresentano principalmente  Gallipoli, soprattutto, con i suoi vicoli e i suoi profili.

Concerto di musica classico leggera

Venerdì 17 Agosto alle ore 20.30 presso la Rotonda di Lido San Giovanni si terrà un concerto di musica classico-leggera dell’Orchesta M.I.T.O, organizzato dall’ Associazione “Tito Schipa” e dall’Associazione “Cosimo e Rachele Della Ducata”.

L’orchestra è diretta dal M° Enrico Zullino con la partecipazione del violinista Stefan Biro.

In programma musiche di Demey, T. Schipa Sr, Piazzolla, Rota, De Angelis, Verdi e Zullino.


[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Informazioni

[wp-svg-icons icon=”home” wrap=”i”] Concerto di musica classico leggera

[wp-svg-icons icon=”location-2″ wrap=”i”]   Rotonda Lido S. Giovanni – Gallipoli (Le)

[wp-svg-icons icon=”phone” wrap=”i”]  329 1016064 

[wp-svg-icons icon=”earth” wrap=”i”] 

[wp-svg-icons icon=”envelop” wrap=”i”] –

[/box]

Mostra Mercato della Ceramica e dell’Artigianato Locale

La Mostra Mercato della Ceramica Artigianale, giunta alla sua 46 edizione, quest’anno rafforza la sua identità grazie al riconoscimento ufficiale del titolo a Cutrofiano di “Città della Ceramica”, da parte dell’Associazione Italiana Città della Ceramica – AiCC e del MISE – Ministero dello Sviluppo Economico, assumendo rilievo internazionale e confermando così il trend di forte e costante crescita degli ultimi anni.
La 45° edizione si è chiusa con un grande successo di pubblico, stabilendo circa 30.000 presenze in dieci serate per l’esposizione diffusa delle rinomate maioliche, famose in rutto il bacino del Mediterraneo, e consolidando la sua presenza tra i maggiori eventi in programma nell’estate salentina.
Tema della 46° edizione sarà “Cutrofiano, città di antica tradizione della ceramica” e particolarmente sulla Ceramica Graffita del ‘600, una produzione artigianale del vicino oriente diffusa nel bacino mediterraneo attraverso le vie commerciali, riproponendo le tipiche stoviglie dal disegno semplicissimo e gustoso destinate all’uso corrente, o le ceramiche con raffigurazioni elaborate ed elegantissime dai motivi decorativi presi dal mondo animale o vegetale e dai toni di colore tenue.
Anche quest’anno la manifestazione prevede un ricco programma: dimostrazioni, mostre, visite guidate, spettacoli.

Dal 12 al 22 Agosto dalle ore 18:00 alle 24:00 presso le Scuderie del Palazzo Ducale a Cutrofiano.


[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Informazioni

[wp-svg-icons icon=”home” wrap=”i”] Mostra Mercato della Ceramica e dell’Artigianato Locale

[wp-svg-icons icon=”location-2″ wrap=”i”]   Scuderie Palazzo Ducale – Cutrofiano (Le)

[wp-svg-icons icon=”phone” wrap=”i”]

[wp-svg-icons icon=”earth” wrap=”i”] 

[wp-svg-icons icon=”envelop” wrap=”i”] –

[/box]

Sei corde

Sabato 11 agosto prende il via a Gallipoli la I Edizione di Sei Cordeconcerti itineranti di chitarra classica, del maestro Danilo Legari  in collaborazione con Pro loco Gallipoli e Comune di Gallipoli.

Sabato 11 Agosto – 20:30 – Museo Civico “E. Barba”

Sabato 18 Agosto – 20:30 – Sala Coppola

Sabato 25 Agosto – 20:30 – Biblioteca Comunale

Venerdì 31 Agosto – 20:30 – Frantoio “Mesciu Veli”


[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Informazioni

[wp-svg-icons icon=”home” wrap=”i”] Sei corde

[wp-svg-icons icon=”location-2″ wrap=”i”]   Gallipoli (Le)

[wp-svg-icons icon=”phone” wrap=”i”] – 0833 264224

[wp-svg-icons icon=”earth” wrap=”i”] 

[wp-svg-icons icon=”envelop” wrap=”i”] –

[/box]

Solennità di Maria SS.ma Assunta in Cielo

Solennità dell’Assunzione della beata Vergine Maria, Madre di Dio e Signore nostro Gesù Cristo, che, completato il corso della sua vita terrena, fu assunta anima e corpo nella gloria celeste.

Questa verità di fede ricevuta dalla tradizione della Chiesa fu solennemente definita dal papa Pio XII.

La festa religiosa in onore della Assunzione di Maria ricorre sempre a cadenza annuale il giorno 15 del mese di agosto, data conosciuta come ferragosto.

Questo ritorno periodico dell’avvenimento è solamente uno dei tanti che hanno come protagonista la figura Maria Vergine madre di Cristo.

Ma a cosa si riferisce esattamente la festa del 15 agosto meglio nota come l’Assunzione di Maria? Questa ricorrenza fa semplicemente riferimento all’episodio di passaggio dalla vita terrena a quella ultraterrena della Madre del Dio fattosi uomo.

In questo trapasso, infatti, la Vergine venne assunta sia con la sua anima che con il suo corpo in Paradiso. Detto altrimenti la Vergine Maria concluso il percorso della sua vita terrena, venne condotta anima e corpo in Paradiso, ovvero venne assunta, allogiata in cielo.

Una Festività importante quella dell’Assunzione che si perde nella notte dei tempi; a quanto pare, infatti, veniva celebrata già a partire dal 400 d.C.. Ma non è ancora tutto. Proprio l’Assunzione della Beata Vergine Maria ebbe ampio successo anche nell’età medievale. La vera è più importante vittoria del culto di Maria si ottiene solamente con il riconoscimento della festa sia da parte della Chiesa Cattolica sia da parte dell’intero mondo dei teologi.

37818504_500618340393788_1241251655987494912_nA Gallipoli la Confraternita di Santa Maria degli Angeli cura l’aspetto religioso della Solennita di Maria SS.ma Assunta in Cielo.

Il programma religioso prevede un novenario di preghiera dal 05 Agosto  al 14 Agosto presso la Chiesa Confraternale.

Il 13 Agosto durante la Celebrazione Eucaristica si effettuerà la professione dei nuovi Confratelli e la consegna dell’attestato di graditudine ai Confratelli giubilati.

Il 14 Agosto dopo la Celebrazione Eucaristica la processione per le vie del Centro Storico con rientro in Cattedrale.

Il 15 Agosto alle ore 19:00 la Solenne Celebrazione Eucaristica in Cattedrale animata dal Coro Parrocchiale.

38882265_516549168800705_7821501153891319808_nIl 22 Agosto Memoria della Beata Vergine Maria Regina: alle ore 19:00 in Cattedrale la  Celebrazione Eucaristica; al termine la traslazione nella Chiesa confraternale del Simulacro di Maria SS.ma Assunta in Cielo.

La festa religiosa in onore della Assunzione di Maria ricorre sempre a cadenza annuale il giorno 15 del mese di agosto, data conosciuta come ferragosto.

Questo ritorno periodico dell’avvenimento è solamente uno dei tanti che hanno come protagonista la figura Maria Vergine madre di Cristo.

Ma a cosa si riferisce esattamente la festa del 15 agosto meglio nota come l’Assunzione di Maria? Questa ricorrenza fa semplicemente riferimento all’episodio di passaggio dalla vita terrena a quella ultraterrena della Madre del Dio fattosi uomo.

In questo trapasso, infatti, la Vergine venne assunta sia con la sua anima che con il suo corpo in Paradiso. Detto altrimenti la Vergine Maria concluso il percorso della sua vita terrena, venne condotta anima e corpo in Paradiso, ovvero venne assunta, allogiata in cielo.

Una Festività importante quella dell’Assunzione che si perde nella notte dei tempi; a quanto pare, infatti, veniva celebrata già a partire dal 400 d.C.. Ma non è ancora tutto. Proprio l’Assunzione della Beata Vergine Maria ebbe ampio successo anche nell’età medievale. La vera è più importante vittoria del culto di Maria si ottiene solamente con il riconoscimento della festa sia da parte della Chiesa Cattolica sia da parte dell’intero mondo dei teologi.

Solenne Memoria di Santa Chiara d’Assisi

38814295_1830043387050519_2396435654876594176_nL’11 Agosto presso la Chiesa di San Giuseppe e della Buona Morte di Gallipoli si celebra la Solenne Memoria di Santa Chiara d’Assisi.

Il programma religioso curato dalla Confraternita di San Giuseppe e della Buona Morte prevede un triduo di preghiera con Celebrazione Eucaristica alle ore 18:30 nei giorni 8, 9 e 10 Agosto, mentre l’11 Agosto la Solenne Celebrazione Eucaristica alle ore 18:30

Nata ad Assisi nel 1193, vi morì a sessant’anni l’11 agosto 1253 e due anni dopo fu canonizzata da papa Alessandro IV. È patrona della televisione; il suo nome, dal latino, significa “trasparente, illustre” e ha come emblema il giglio. La principale chiesa dedicata a Chiara è la basilica di Santa Chiara ad Assisi, dove le sue spoglie sono conservate. L’unica cattedrale dedicata alla Santa, invece, si trova nella città di Iglesias, in Sardegna.

Ha appena dodici anni Chiara, nata nel 1194 dalla nobile e ricca famiglia degli Offreducci, quando Francesco d’Assisi compie il gesto di spogliarsi di tutti i vestiti per restituirli al padre Bernardone. Conquistata dall’esempio di Francesco, la giovane Chiara sette anni dopo, la sera della Domenica delle Palme del 1211 o 1212, fugge da casa per raggiungerlo alla Porziuncola. Il Santo le taglia i capelli e le fa indossare il saio francescano, per poi condurla al monastero benedettino di S.Paolo, a Bastia Umbra, dove il padre tenta invano di persuaderla a ritornare a casa. Si rifugia allora nella Chiesa di San Damiano, in cui fonda l’Ordine femminile delle «povere recluse» (chiamate in seguito Clarisse) di cui è nominata badessa e dove Francesco detta una prima Regola. Chiara scrive successivamente la Regola definitiva chiedendo ed ottenendo da Gregorio IX il «privilegio della povertà».

Il cardinale Ugolino, vescovo di Ostia e protettore dei Minori, le dà una nuova regola che attenua la povertà, ma lei non accetta sconti: così Ugolino, diventato papa Gregorio IX (1227-41) le concede il “privilegio della povertà”, poi confermato da Innocenzo IV con una solenne bolla del 1253, presentata a Chiara pochi giorni prima della morte. Austerità sempre. Però “non abbiamo un corpo di bronzo, né la nostra è la robustezza del granito”. Così dice una delle lettere (qui in traduzione moderna) ad Agnese di Praga, figlia del re di Boemia, severa badessa di un monastero ispirato all’ideale francescano. Chiara le manda consigli affettuosi ed espliciti: “Ti supplico di moderarti con saggia discrezione nell’austerità quasi esagerata e impossibile, nella quale ho saputo che ti sei avviata”. Agnese dovrebbe vedere come Chiara sa rendere alle consorelle malate i servizi anche più umili e sgradevoli, senza perdere il sorriso e senza farlo perdere.

Il 17 febbraio 1958 è dichiarata da Pio XII santa patrona della televisione e delle telecomunicazioni. Secondo una tradizione, infatti, il giorno di Natale, nella messa servita da Francesco, non c’era Chiara, poiché costretta a letto a causa della sua infermità. Volendo partecipare comunque alla celebrazione, le cronache raccontano che le apparve una visione della messa e, al momento della comunione, le si presentò innanzi un angelo che le diede la possibilità di comunicarsi all’ostia consacrata.

Chiara si distinse per il culto verso l’Eucarestia. Per due volte Assisi venne minacciata dall’esercito dell’imperatore Federico II che contava, tra i suoi soldati, anche saraceni. Chiara, in quel tempo malata, fu portata alle mura della città con in mano la pisside contenente il Santissimo Sacramento: i suoi biografi raccontano che l’esercito, a quella vista, si dette alla fuga. Questo avvenimento viene ricordato e festeggiato solennemente ogni anno ad Assisi con la “festa del voto” delle clarisse, il 22 giugno.

fonte: Famiglia Cristiana

Vicoli d’Arte – 2018

Sabato 11 Agosto 2018 a partire dalle ore 21.00, la terza edizione di “Vicoli d’Arte” nel centro storico di Matino.

L’evento , patrocinato dalla Regione Puglia e dalla Provincia di Lecce, è organizzato dal Comune di Matino e dalle associazioni cittadine “N.O.V.A.S.S.” San Francesco d’Assisi insieme a “Borghi autentici d’Italia”, l’Associazione Pro loco “Sant’Ermete” e l’Istituto Comprensivo Statale guidato dalla dirigente Giovanna Marchio.

Oltre 2 km di percorso tra mostre e street food, con artisti di strada, intrattenimento per bimbi e tanto altro. 

I visitatori faranno il loro ingresso in questo viaggio di profumi, sapori e ricordi dopo aver varcato l’imponente “Arco della Pietà” (risalente al XVII sec) vero e proprio gioiello architettonico di Matino.

Ad accompagnarli in questa piacevole passeggiata che si concluderà in Piazza San Giorgio, saranno gli alunni della Scuola Primaria e Secondaria, i quali rivestiranno il ruolo di vere e proprie guide turistiche in italiano ed inglese.

Durante la serata, si potranno anche ammirare i luoghi di culto di notevole valore artistico come la Chiesa dell’Addolorata (XVIII sec.); quella del Rosario (XVI sec.) dove si conservano bellissime tele settecentesche; la Confraternita del Carmine (XVII sec.) edificata per accogliere un’immagine della Madonna col Bambino di epoca bizantina, la Chiesa della Pietà (XVII sec) e la Matrice di origine cinquecentesca dedicata a San Giorgio Martire. Unico nel suo genere nel basso Salento è il Palazzo Marchesale “Del Tufo” (tra i primi feudatari di Matino), divenuto di proprietà comunaledagli anni ‘80. Sorto sulle rovine di un’antichissima opera fortificata, intorno al XVI secolo, si affaccia sulla centralissima Piazza San Giorgio con una trifora balaustrata.

Esso è caratterizzato dalle splendide scuderie con pareti affrescate e mangiatoie con scritte che riportano nomi di cavalli. All’interno di una delle sale del palazzo verrà allestita una mostra di abiti di alta moda a cura della stylist Carol Cordella dell’Istituto “Cordella fashion school” di Lecce. Anche i frantoi ipogei saranno aperti al pubblico e l’antico borgo si animerà di spettacoli a cura degli artisti di strada e di MOSTRE D’ARTE (pittura, scultura, fotografia e cinema). In questa cornice si inseriscono pure i mercatini dell’artigianato locale e l’area bimbi a cura dell’ “Isola della festa” di Matino. Mentre alle 21.30, per quanto riguarda le esibizioni live in via Corsica, spazio alla “Pizzica” e “Folk Salentino” a cura del gruppo musicale “Indiano Salentino e Aerotecnica” di Acquarica del Capo e in via Vittorio Emanuele al “Reggae Live Set” a cura del gruppo “Lu Mattune” di Matino. Grande chiusura con il “Girodibanda” con oltre 30 componenti diretti dal maestro Cesare Dell’Anna.

Per l’occasione, verrà allestita una cassarmonica in Piazza San Giorgio. Attesi i grandi ospiti come Irene Longo, Rachele Andrioli, Pino Ingrosso e Talla.

Venerdì 10 Agosto (intorno alle ore 18),  le telecamere del programma televisivo de “La Vita in Diretta” in onda su RAI 1, realizzeranno con un collegamento live da piazza San Giorgio un’anteprima della manifestazione. L’edizione estiva sarà trasmessa dallo studio centrale di Roma, da Gianluca Semprini e Ingrid Muccitelli. Le interviste saranno invece realizzate dall’inviato Rai, Giuseppe Di Tommaso.


[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Informazioni

[wp-svg-icons icon=”home” wrap=”i”] Vicoli d’arte

[wp-svg-icons icon=”location-2″ wrap=”i”]  Centro Storico – Matino (Le)

[wp-svg-icons icon=”calendar” wrap=”i”] 11/08/2018 ore 21:00

[wp-svg-icons icon=”phone” wrap=”i”] –

[wp-svg-icons icon=”earth” wrap=”i”] 

[wp-svg-icons icon=”envelop” wrap=”i”] –

[/box]

L’ansa della Purità (Luigi Sansò)

C’è un’ansa di cui il sen guarda il ponente,
dove, al tramonto o al sorgere del sole,
l’onde che per morire giungon lente
pare che umane esprimano parole.

Chi tal linguaggio alcuna volta sente,
che narra d’amorose e dolci fole,
avverte farsi libera la mente
dal cruccio, che arrecar tristezza suole.

Concesso è a ognuno divenir poeta
presso quest’ansa e intender l’infinito
mistero ch’armonizza in sé le cose.

Quivi svelansi alfin le più nascose
felicità cui anela il cuor, smarrito
per sentier senza sole e senza mèta.

(da Kallipolis – 1933)