Conferenza Stampa sulla Conferenza Permanente delle Città Storiche del Mediterraneo

,
Nel mese di settembre la città di Gallipoli ospiterà tutta la rete delle città storiche del Mediterraneo e anche i rappresentanti di spicco delle Università di riferimento. Saranno giornate all’insegna di incontri, dibattiti e discussioni che porteranno alla stesura di una carta dei valori che vedrà Gallipoli città del cambiamento.
“Proviamo a raccontare una storia diversa, una narrazione che abbraccia il Mediterraneo, l’Europa e non solo. Partiamo dall’ambizione della pace per andare oltre. Ringrazio il prof Lobrano per il suo prezioso contributo, l’assessore Piccinno che, in quanto assessore alla creatività, segue i lavori, Dario Costantino, il più grande rappresentante di Ithaka, e il prof. Raffaele Coppola con cui candidiamo ufficialmente Gallipoli, non solo ad essere città della poesia, ma della cultura e del cambiamento” introduce così il Sindaco Stefano Minerva a cui segue il prof. Giovanni Lobrano, personaggio di spicco de la “Conférence Permanente des Villes Historiques de La Méditerranée“.
“Dobbiamo lavorare insieme per programmare la pace; questa intesa come progetto quotidiano di sviluppo. Quindi, progettare lo sviluppo e programmare la pace hanno lo stesso significato ed è questo il nostro obiettivo, insieme alla sfida demografica-migratoria e la tutela dell’ambiente”
Segue l’intervento di Dario Costantino, rappresentante di Ithaka, il forum nazionale degli studenti del Mediterraneo, tenutosi a Gallipoli nel 2015:
“Proviamo con tutte le nostre forze a mettere insieme tante realtà che parlino del Mediterraneo e del mondo: tornare in questa città dopo due anni, con Ithaka, per noi è motivo di orgoglio, perché con uno dei fondatori, l’attuale Sindaco, si può portare questa città ad essere il nuovo centro di discussione giovanile di riferimento. La collaborazione con la conferenza, in tal caso, potrà dare maggiormente un esito positivo al nostro lavoro”
 Intervento Pippi Nocera, in rappresentanza del Parlamento Europeo:
“Il punto decisivo sta nel pensare nuovamente la funzione del Mediterraneo. Col tempo diviene sempre di più un mare morto e noi abbiamo il dovere di parlarne, specialmente a Gallipoli. È straordinaria l’opportunità della conferenza perché in qualche modo si può fare pressione ai governi per ripensare alla funzione del Mediterraneo.”
Conclude il prof. Raffaele Coppola, autore del gemellaggio tra Gallipoli e Betlemme e referente unico per tutte le attività della Conférence in cui Gallipoli è Presidente della Commissione. Il prof. Coppola annuncia ufficialmente la ripresa dei lavori nel riconoscere il Salento, con Gallipoli capofila, patrimonio dell’Unesco.
“Il primo giugno 2006 è stata presentato il progetto per riconoscere il “Salento e i centri del barocco leccese” patrimonio dell’Unesco.Un progetto poi abbondanato, ma per cui è arrivato il momento di ripresa. Molto lavoro per questo ambito riconoscimento, questo vuol dire che il primo passo sarà un accordo di programma fra i comuni interessati. Un primo passo fu fatto con l’ex Sindaco Errico nel 2015, ma oggi è la nuova partenza e si tratta, maggiormente, di rompere la spada del turismo stagionale.
Andiamo avanti per il 12º seminario e per il riconoscimento del sito come patrimonio dell umanità. In passato, la guida di Lecce ha portato ad un rallentamento, ma noi siamo pronti ad assumere la guida di questa iniziativa: Gallipoli sarà capofila e chiamerà all’impegno tutte le altre.”
“La nave è come un timone senza comandante, proviamo a prendere noi il comando” conclude il Sindaco Minerva
http://www.comune.gallipoli.le.it/archivio-news3223.html

Gallipoli partecipa a BTM 2017

,
Torna anche quest’anno a Lecce, per la terza edizione consecutiva, BTMBusiness Tourism Management, la fiera interamente dedicata al mondo del turismo.
Anche il comune di Gallipoli sarà presente nelle giornate del 16, 17 e 18 febbraio con un desk espositivo nelle sale del Castello Carlo V che accoglierà, oltre al suddetto stand informativo dedicato alla città bella, anche un panel specifico sul brand territoriale di Gallipoli.
Intervento Sindaco Minerva:
“Sabato 18 si aprirà su Gallipoli un dialogo costruttivo che coinvolgerà imprenditori locali ed esperti del settore: la nostra città sarà protagonista per oltre due ore di un dibattito che porterà alla luce i risultati raggiunti ed evidenzierà le migliorie che apporteremo in città. Non sarà un workshop a tema politico, bensì un confronto tra privati ed istituzioni su un nuovo marketing territoriale per una promozione turistica coordinata. Abbiamo bisogno di mettere in risalto le nostre eccellenze e lo faremo anche mettendo a disposizione nel nostro desk uno spazio per il materiale informativo di ogni realtà virtuosa della nostra Gallipoli. Invito perciò associazioni, cooperative, operatori a portare il proprio materiale informativo, lasciando da parte l’interesse privato per il sociale.”
http://www.comune.gallipoli.le.it/archivio-news3216.html

Presentato il Progetto Erasmus + ‘Gallipoli – Kale Polis, Città Bella’

,
Il comune di Gallipoli, in collaborazione con l’Associazione BXL EUROPE asbl (www.bxleurope.eu) di Bruxelles, incaricata della stesura e supervisione del progetto, comunica di aver preso parte al bando Europeo Erasmus + (azionechiave KA1) con la proposta progettuale: “Gallipoli – Kale polis, Citta Bella“.
Il progetto presentato intende offire la possibilità di svolgere un tirocinio professionale all’estero e si rivolge a 30 giovani neo-diplomati da non oltre un anno (diplomati nel 2017 e nel 2018), presso istituti Alberghieri ed Istituti di Servizi Turistici della zona e residenti nel Comune di Gallipoli.
“Con tale azione si intende promuovere l’occupazione giovanile, accrescere la formazione professionale attraverso un percorso di apprendimento pratico volto a sviluppare competenze specifiche per valorizzare il proprio background professionale, in linea con il rinnovato Programma di mobilità Erasmus+ e la strategia EUROPA 2020 per migliorare le competenze professionali e stimolare lo sviluppo delle risorse umane” commenta il Sindaco Stefano Minerva.
In caso di approvazione, il progetto offrirà una borsa di mobilità, della durata di tre mesi, a copertura delle spese di vitto, alloggio , viaggio e assicurazione medica, per 30 diplomati che effettueranno uno stage all’estero a scelta tra Bruxelles, Berlino, Siviglia o Malta.
Gli obiettivi specifici del progetto riguardano sia il settore turistico che quello attinente l’enogastronomia e l’ospitalità. Il progetto mira, in particolare, a valorizzare ed ampliare il background personale e professionale dei partecipanti, mediante l’apprendimento di competenze specifiche ed il miglioramento delle lingue straniere che favoriscano il loro inserimento nel mondo del lavoro.
http://www.comune.gallipoli.le.it/archivio-news3215.html

Fidas – Assemblea Generale

fidas2

Je t’aime à l’Italienne – 18 Marzo 2017

,

je t'aime à l'italienne

Prezzi Intero € 15.00 / Ridotto € 10.00.

Possibilita’ di convenzione per scuole e gruppi organizzati ad € 10.00.

Contatti 335 67 93 900

http://www.octaviodelaroza.com/

Cesario Aiello

Cesario Aiello

  • Gianni Caridi
  • Gallipoli un secolo di memorie

L’antica Chiesa di San Lazzaro sorgeva su un colle a strapiombo nelle vicinanze di una ferrovia, pochissime case sparse, strade sterrate, campi incolti e pietrosi, alcune cave per l’estrazione del carparo. Il suo primo parroco fu un sacerdote alto e magro, il suo abito talare nero sormontato da decine di bottoni, altrettanto neri.

E’ Don Cesario Aiello che ha accettato con umiltà l’incarico affidatogli dal Vescovo Nicola Margiotta, ripetendo a gran voce e con gioia: “Esultai quando mi dissero andiamo nella Casa del Signore”. E’ il 12 aprile 1953.

Anni difficili, cerca uomini, giovani, donne e ragazzi. Il professore Francesco (per tutti Cicci) Cortese è il primo presidente degli Uomini di Azione Cattolica e Gianni Caridi il presidente dei Giovani.

La gente incomincia a conoscerlo. La domenica celebra con profondo rispetto. Si ascoltano le sue omelie “lampo”. Durante l’inverno, di sera, tra un gioco e l’altro, racconta la storia di Cristo agli uomini, alle donne, ai giovani, ai ragazzi. Arriva la televisione e numerosi parrocchiani assistono ai primi quiz televisivi. Nasce così un nuovo centro di aggregazione.

Intanto, proveniente da Tursi e benedicendo la folla plaudente e festosa assiepata lungo Corso Roma, arriva a Gallipoli, il 9 settembre 1956, il nuovo Vescovo Pasquale Quaremba succeduto a Biagio D’Agostino da Termoli, che per due anni ha retto l’antica e illuste diocesi gallipolina. Avverte subito l’urgenza di una nuova chiesa, per questo, convoca tutti i parroci. Quel giorno segna l’inizio della posa in opera della prima pietra della nuova chiesa nel popoloso rione S. Lazzaro.

Dopo tantissime difficoltà, grazie alla sua generosità e a quella dei fedeli sostenitori, finalmente, in un afoso pomeriggio estivo del 1970, la chiesa in ogni angolo gremita, viene aperta al culto.

Combatte l’egoismo, l’amor proprio, la vanità, l’interesse privato, i rancori.

Il Cardinale Ursi, giunto a Gallipoli per lui in occasione dei suoi 25 anni di servizio pastorale, scandisce:” Il tuo cuore, le tue parole, il tuo cervello sono allo stesso livello”.

Fervente devoto della Madonna, non riesce a superare lo sconfortro per un atto sacrilego compiuto da uno squilibrato alla statua della Madonna della sua Chiesa. Il male lo colpisce nel 1991.

Apparentemente guarito torna in chiesa e tutti i giorni, dopo il meriggio, da solo, è davanti alla sua Madonna in preghiera. L’età avanza (80 anni) e la ferita apertasi dopo quel grave episodio lo hanno stroncato.

Gennaio 1992, aprile 1992, quattro mesi di sofferenza, giornate fredde ed interminabili in quella stanza da letto, scarsamente riscaldata da una minuscola stufa elettrica.

Improvvisamente, nel suo stile scarno e perentorio, dice alla sorella Maria:”Ho sconfitto il male”. Ancora pochi giorni e poi torna alla Casa del Padre, principio e fine della sua esistenza, il motivo del suo sacerdozio.

Esattamente il 20 aprile 10992, lunedì dell’Angelo del Signore.

Scompare così quel prete alto e magro con la sua fedele veste nera, sormontata da tanti bottoni, altrettanto neri.

Così come è scomparsa (fortunatamente non rasa al suolo) attorniata e soffocata dalle nuove costruzioni, l’antica chiesa di S. Lazzaro, chiusa al culto da oltre 25 anni.

TaliAnxA – Salento in Love

Una romantica commedia a tema Romeo e Giulietta ambientata nel nostro Salento! Sabato 18 ore 18.30 presso Circolo La Fenice Gallipoli. Per prenotazione 334 7846601

salento in love

Corso intensivo di inglese turistico – certificato a Gallipoli

museo_diocesanoA partire da venerdì 3 marzo, il Museo Diocesano di Gallipoli in collaborazione con Morgan School, propone un “Corso intensivo di inglese turistico certificato” della durata di 40 ore.

Il corso, che si articola in 14 appuntamenti pomeridiani, da marzo a maggio, si divide in due moduli:
il primo è di general english ed è indirizzato a chiunque voglia potenziare ed approfondire il proprio inglese di base. Il secondo, invece, si pone l’obiettivo di fornire ai partecipanti gli strumenti, il linguaggio tecnico appropriato e la fluidità linguistica adeguata a tutte le professioni che operano nel settore del turismo.

Per la sua particolare strutturazione crescente il corso si rivolge sia a chi ha una conoscenza dell’inglese di base, sia a chi intende rafforzare e specializzare le competenze acquisite in campo lavorativo e professionale.

Figure professionali dotate di vocabolario appropriato e sicurezza linguistica per condurre correttamente conversazioni in lingua, sono sempre più ricercate dalle aziende del distretto turistico, sempre più proiettate verso scenari internazionali.

La quota di partecipazione, in virtù di una speciale promozione, è di 260 euro pro capite. Le iscrizioni sono obbligatorie entro e non oltre mercoledì 1 marzo.
Le lezioni si svolgeranno sempre di venerdì, dalle ore 16:00 alle ore 19:00.

Il numero di posti è limitato.
Info e contatti: Tel. 0833.264110 – 0833.513208
E-mail: info@museodiocesanogallipoli.it

Sede del corso: Museo Diocesano di Gallipoli “Mons. Vittorio Fusco”, via Antonietta De Pace 51

Il corso, che rilascerà ai partecipanti una certificazione di livello, è realizzato da Sia s.r.l. in collaborazione con Morgan School.

corso inglese

Neve Gennaio 2017

Titolo: Nevicata Gennaio 2017
Autore: Enrico Tricarico
A cura di: Enrico Tricarico
Editore:
Data di creazione: 2017
Collana: 
Raccolta: 
Curatore raccolta: 
E’ parte di: 
Comune: Gallipoli (Le)
Argomento: 
Data di realizzazione: 2017
Didascalia: Gennaio 2017: Straordinarie nevicate sul Salento, co n temperature sottozero anche in pieno giorno: epocale ondata di “Burian” nel “Tacco d’Italia”.
Descrizione: Eccezionali nevicate hanno interessato il Salento.Per tutta la mattinata la neve e’ caduta abbondante su tutta la penisola salentina, imbiancando anche le località sulla costa, come Otranto, Gallipoli, Santa Cesarea Terme e Porto Cesareo con accumuli localmente abbondanti, nelle zone più colpite di 20cm in spiaggia e 30cm nelle zone interne.